Regolamentazione assenze studenti

      POF: Regolamento di Istituto

ASSENZE Regolamento di Istituto: art. 32 Gli studenti sono tenuti a rispettare l’orario stabilito, entrando a scuola con la massima puntualità, a frequentare regolarmente le lezioni e tutte le altre attività curriculari ed extrascolastiche che vengono svolte nel contesto dell’attività didattica. Hanno inoltre l’obbligo di partecipare alle attività pomeridiane a cui hanno aderito. La mancata partecipazione richiede giustificata motivazione. Per tutte le assenze, a qualsiasi titolo effettuate, gli ingressi posticipati e le uscite anticipate i genitori provvederanno a giustificare on line. Ove gli interessati dimostrino l’assoluta impossibilità di accedere al Registro Elettronico, sono tenuti a darne tempestiva comunicazione alla Scuola. Il Coordinatore di classe contatterà le famiglie nel caso di un elevato e/o significativo numero di assenze (si darà anche conto delle entrate in ritardo e delle uscite anticipate). Dall’anno scolastico 2014/2015 i dati relativi alle assenze, alle entrate in ritardo e alle uscite anticipate vengono gestiti e comunicati alle famiglie per via elettronica. In sede di ricevimento pomeridiano dei genitori il Coordinatore di classe provvederà in ogni caso a consegnare agli interessati l’estratto delle assenze/ritardi/uscite anticipate dei propri figli. Ciascun genitore potrà comunque chiedere, anche per via telefonica, l’invio a domicilio del prospetto relativo alle assenze del proprio figlio.

GIUSTIFICAZIONE DELLE ASSENZE Regolamento di Istituto: art. 33 In caso di assenze collettive gli studenti saranno riammessi alle lezioni, ma un genitore o chi ne fa le veci, entro tre giorni, dovrà presentarsi personalmente a scuola. Le assenze da uno a cinque giorni saranno annotate su un apposito stampato dall’insegnante della prima ora. Il docente della prima ora provvederà, altresì, alla relativa annotazione sul registro di classe. In caso di mancata giustificazione on line protrattasi oltre tre giorni lo studente sarà comunque riammesso alle lezioni, ma sarà tenuto a giustificare al Dirigente Scolastico. Per le assenze di durata superiore a cinque giorni è indispensabile, oltre alla giustificazione on line, produrre certificazione del medico di famiglia; in casi diversi dalla malattia è necessaria una dichiarazione di un genitore o di chi ne fa le veci.

INGRESSO E USCITA DEGLI STUDENTI Regolamento di Istituto: art. 34 Gli studenti debbono raggiungere le aule, in cui sarà presente l’insegnante, nei cinque minuti che precedono le lezioni. Gli studenti escono dalle aule nei cinque minuti che seguono il termine dell’ultima ora di lezione. Durante l’ingresso e l’uscita degli studenti i collaboratori scolastici vigilano lungo i corridoi, nell’atrio e nel cortile, come pure durante l’intervallo. In particolare sono addetti alla vigilanza durante gli intervalli i docenti in servizio alla 2a ora (primo intervallo) e alla 5a ora (secondo intervallo) in base alle modalità stabilite dal Dirigente Scolastico all’inizio dell’anno scolastico. Gli studenti potranno utilizzare i servizi igienici del piano in cui è situata la loro classe salvo impedimenti dovuti a cause di forza maggiore.

RITARDI DEGLI STUDENTI E INGRESSI POSTICIPATI Regolamento di Istituto: art. 36 L’inizio delle lezioni è fissata improrogabilmente alle ore 8:00. Costituisce ritardo l’entrata dello studente entro le ore 8:10. Per tali ritardi, se non abituali, è sufficiente che lo studente ne spieghi i motivi all’insegnante della prima ora, che, se li riterrà validi, lo ammetterà in classe senza alcuna segnalazione. Nel caso di ritardi reiterati o che superino le ore 8:10, lo studente è riammesso in classe previa autorizzazione del Dirigente Scolastico o del docente all’uopo delegato con le modalità sotto esposte. Lo studente sarà accolto in un’aula predisposta dall’Istituto e sarà ammesso in classe alle ore 9. Il giorno successivo è tenuto a giustificare on line il ritardo. La scuola provvederà ad informare on line le famiglie sui ritardi di tutti gli studenti. Carenze di collegamenti sul territorio, che possano causare ritardi, dovranno essere documentate all’inizio dell’anno scolastico alla Scuola che provvederà ad autorizzare ingressi ritardati. Se il ritardo supera l’inizio della seconda ora di lezione, lo studente non potrà, di norma, essere ammesso in classe. Il docente che riceve lo studente in classe annota sul diario di classe l’avvenuta riammissione; l’indicazione del ritardo dovrà effettuarsi con annotazione per esteso e non con la sola “R” apposta sul nome del ritardatario. Permessi di ingresso in ritardo non verranno concessi, di norma, nel mese che precede gli scrutini del primo quadrimestre e nell’ultimo mese di lezione, fatti salvi i casi di documentata gravità o urgenza.

PERMESSI DI USCITA ANTICIPATA Regolamento di Istituto: art. 37 L’uscita degli studenti minorenni prima del termine delle lezioni è consentita solo in circostanze eccezionali. Uno dei genitori o chi ne fa le veci deve presentarsi personalmente a Scuola motivando validamente la richiesta di uscita anticipata. Per i maggiorenni dovrà essere presentato un modulo preventivamente fornito dalla scuola e firmato dai genitori o chi ne fa le veci. Carenze di collegamenti sul territorio, che possano richiedere l’uscita anticipata dello studente, dovranno essere documentate all’inizio dell’anno scolastico alla Scuola che provvederà ad autorizzare uscite anticipate. Il docente della classe annoterà l’orario di uscita sul diario di classe dietro presentazione di autorizzazione da parte del Dirigente Scolastico o del docente all’uopo delegato. Detti permessi non verranno concessi, di norma, nel mese che precede gli scrutini del primo quadrimestre e nell’ultimo mese di lezione, fatti salvi i casi di documentata gravità o urgenza.